Database digitale online – Risorsa2022-04-07T13:51:04+02:00
Progetto SEDIN - Metodi creativi per l'inclusione di successo nelle scuole multiculturali

Descrizione

Il progetto è stato creato perché i bambini rifugiati (così come i bambini con background migratorio) spesso incontrano difficoltà di adattamento nell'ambiente scolastico dei paesi ospitanti e i modelli cognitivi tradizionali di insegnamento non possono coprire questa esigenza. Pertanto, è necessario introdurre nell'ambiente scolastico, in collaborazione con diversi stakeholder, metodi alternativi che coltivino la fantasia dei bambini, che promuovano gli aspetti emotivi dell'apprendimento e l'interazione positiva tra questi bambini e i bambini appartenenti alle comunità locali, e che promuovano la comunicazione non verbale e l'apprendimento. Il progetto si propone di trasferire due metodi al riguardo: Metodo Montessori e Apprendimento Creativo. Il progetto è stato implementato dal 31-12-2017 al 28-02-2020 in Grecia, Bulgaria, Belgio, Italia, Spagna e Turchia. Il coordinatore del progetto era Action Synergy SA e il consorzio era composto da Università di Girona, Direzione Nazionale dell'Educazione Karsiyaka, Center for Creative Training Association, Centro di Formazione Professionale di Lesbo, Cooperazione Internazionale Sud Sud, Centro di Alta Formazione in Studi Teatrali, Waterpark Montessori International, Alta Scuola di Galilea. Era un progetto Erasmus+ della durata di due anni finanziato dalla Commissione Europea (solo fondi Erasmus+).

Categoria:
  • Buone prassi
  • Paese di origine/implementazione:
  • Grecia
  • Lingua:
  • Bulgaro
  • Catalano
  • Inglese
  • Francese
  • Greco
  • Italiano
  • Spagnolo
  • Turco
  • Conformità con i risultati del dashboard:
    • Accesso alla scuola dell'obbligo
    • I bambini completano l'istruzione obbligatoria
    • I bambini permangono nell'istruzione (formale) oltre i livelli obbligatori / Accesso all'istruzione (formale) non obbligatoria
    • Competenze acquisite dai bambini a scuola
    • Soddisfazione rispetto alla vita dei bambini/ Felicità
    • Il senso di appartenenza dei bambini
    • Insegnanti
    • Tipi e livelli di istruzione (formale) non obbligatoria frequentata

    Valutazone ex-post
    Il progetto SEDIN è stato un tentativo di rendere le classi più cretive e inclusive. L'implementazione pratica ha dimostrato che il metodo Montessori ed il metodo dell'Apprendimento Creativo (Creative Learning) possono essere la chiave per una scuola diversa. Grazie al progetto, un alto numero di docenti delle scuole primarie hanno preso parte a formazioni relative ai due metodi e hanno avuto modo di implementarli direttamente in classe con i loro studenti. Il rapporto di valutazione completo è disponibile al seguente link.
    https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/project-result-content/5e461610-2df5-4900-8b3f-332d0932e5d9/SEDIN-FINAL-EVALUATION-REPORT.pdf

    Replicabilità
    Non ci sono informazioni sulla riproducibilità del progetto. Tuttavia, i risultati finali e le relazioni di progetto rendono fattibile la sua trasferibilità.

    Motivazione della scelta
    Il progetto è rilevante per IMMERSE perché l'uso di metodologie creative nell'aula scolastica ha il potenziale per facilitare l'inclusione sociale dei bambini con background migratorio nell'ambiente scolastico, promuovere la cooperazione tra i bambini, migliorare l'ambiente scolastico e facilitare l'acquisizione delle conoscenze. Un gran numero di insegnanti di scuola elementare ha ricevuto una formazione su come implementare questi metodi in classe e poi ha proceduto all'attuazione pratica dei metodi con i propri alunni. I bambini timidi hanno iniziato a partecipare di più, la collaborazione in classe è aumentata e i bambini hanno migliorato il loro rendimento scolastico.

    Fondi:
  • Fondi UE
  • Tipo di azione:
  • Adattare il Metodo Montessori e l'Apprendimento Creativo per utilizzarli nelle scuole multiculturali, redigere una guida e organizzare la formazione degli insegnanti per migliorare il metodo
  • Destinatari:
  • Figli migranti (prima e/o seconda generazione)
  • Bambini migranti appena arrivati
  • Responsabili politici, autorità educative
  • Dirigenti, insegnanti
  • Bambini rifugiati e richiedenti asilo
  • Minori non accompagnati e separati
  • Professionisti coinvolti:
  • Educatori
  • Insegnanti
  • Networking - Attori e istituzioni mobilitate dal progetto:
  • Scuole
  • Università, centri di ricerca
  • Lastest news

    Together we make all the difference

    IMMERSE’s response to the arrival of refugee children from Ukraine

    Maggio 24th, 2022|Community, News, Publications|

    IMMERSE was born out of the concern for ensuring that Europe meets the challenges and the potential involved in the successful inclusion of all refugee and migrant children across the continent. Today, with the massive arrival of [...]

    Guiding principles for the reception and inclusion of refugee and migrant children

    Maggio 23rd, 2022|Awareness campaign, News, Resources|

    IMMERSE researchers have created a list of ten guiding principles, based on the results of a co-created methodology (involving children and other stakeholders) to define 30 key indicators to monitor socio-educational inclusion. Click on the image to read and download [...]

    Online Digital Database of good practices at national and EU level now available

    Aprile 30th, 2022|Community, News|

    IMMERSE has launched its online database with more than 100 resources aimed at identifying supportive environments, educational conditions and practical materials addressed to school leaders, teachers, educators, and social professionals involved in the socio-educational integration of refugee and migrant [...]