Database digitale online – Risorsa2022-04-07T13:51:04+02:00
Rohingya Resettlement a Carlow, Irlanda: l'integrazione dei bambini nella comunità

Descrizione

L'obiettivo generale del programma era di accogliere e garantire l'integrazione di 15 famiglie di rifugiati Rohingya a Carlow. L'integrazione della comunità ha visto lo sviluppo di una serie di iniziative comunitarie: sport, formazione alla leadership, emancipazione femminile, progetti artistici, teatro, giornata mondiale dell'hijab, stesura di un libro di cucina, supporto di reti informali e un campo estivo prescolare. Sono state realizzate azioni di supporto a livello comunitario e di integrazione scolastica per bambini e giovani al fine di garantire la loro partecipazione, la piena integrazione nell'istruzione e il senso di appartenenza all'interno della comunità. L'enfasi è stata posta sullo sviluppo di relazioni di fiducia e appartenenza e sull'integrazione delle famiglie nella comunità più ampia, tenendo conto del loro livello di inglese, supporto familiare, genere, esigenze e preferenze individuali e legate all'età. È stato adottato un approccio collaborativo tra tutte le parti interessate e i servizi di supporto: è stato istituito un gruppo direttivo interagenzia per coordinare i servizi ed è stata creata una rete di cittadini per aiutare ad accogliere le famiglie Rohingya e fornire loro assistenza nella vita quotidiana in città. Il progetto è stato implementato nel 2008 – 2011 come programma di reinsediamento dell'UNHCR, e dal 2011 è parte del SICAP, Piano di inclusione sociale e di attivazione comunitaria del Carlow Integration Forum.

Categoria:
  • Buone prassi
  • Paese di origine/implementazione:
  • Irlanda
  • Lingua:
  • Inglese
  • Conformità con i risultati del dashboard:
    • Accesso alla scuola dell'obbligo
    • I bambini mantengono la loro identità culturale mentre adottano nuovi valori culturali e competenze interculturali
    • I bambini permangono nell'istruzione (formale) oltre i livelli obbligatori / Accesso all'istruzione (formale) non obbligatoria
    • Competenze acquisite dai bambini a scuola
    • Competenza dei bambini nella lingua ospitante
    • Status giuridico dei bambini
    • Soddisfazione rispetto alla vita dei bambini/ Felicità
    • Il senso di appartenenza dei bambini
    • Amici e pari (ponti)
    • Amici e pari (supporto)
    • Istituzioni
    • Insegnanti
    • Tipi e livelli di istruzione (formale) non obbligatoria frequentata

    Valutazone ex-post
    Questo programma di reinsediamento, promosso da UNHCR e il Dipartimento di Giustizia, è stato supportato dalle autorità locali per garantirne la continuità al termine del periodo previsto per le attività. Ai fini della realizzazione del progetto all'interno della comunità locale, sono state coinvolte ed hanno collaborato diverse agenzie. La diffusione di informazioni puntuali e aggiornate sui contesti di provenienza è stata essenziale per preparare la comunità all'accoglienza. Allo stesso tempo è risultato importante fornire tutte le informazioni utili su iniziative di supporto ai rifugiati, ponendo particolare attenzione ai bisogni specifici di donne, uomini, adolescenti e bambini. Sebbene all'inizio sono state registrate delle difficoltà nell'accesso dei bambini all'educazione, questi ostacoli sono stati superati grazie all'apertura e alla flessibilità della comunità ospitante. Il rapporto finale del programma è disponibile al seguente link.
    http://catherines.ie/wp-content/uploads/2017/11/3.-CRRP-ERF-2010-2012-Final-Evaluation.pdf

    Materiali di progetto
    La pubblicazione "Ten Years of Rohingya Resettlement in Carlow - Carlow County Development Partnership" racconta il processo, l'approccio e le lezioni apprese attraverso il programma e le sue iniziative (si veda il documento allegato "Rohingya Carlow").

    Replicabilità
    Si tratta di un'iniziativa basata su un contesto specifico, che prevede la cooperazione tra una serie di comunità, gruppi e organizzazioni. Un'attenta analisi del rapporto, la costruzione di relazioni e dialogo e il rafforzamento della rete con gli stakeholder locali sono elementi necessari per cercare di replicare il progetto in diversi contesti contesti.

    Motivazione della scelta
    Il progetto dimostra l'importanza di considerare il bambino e il ragazzo all'interno di un contesto più ampio: la comunità. Evidenzia inoltre la necessità di individuare persone e gruppi comunitari in grado di promuovere processi di integrazione, specialmente per favorire i percorsi di inclusione scolastica.

    Fondi:
  • Fondi del governo
  • SICAP (programma per l'inclusione sociale e di attivazione della comunità)
  • UNHCR
  • Tipo di azione:
  • Attività extracurricolare
  • Corso di lingua
  • Destinatari:
  • Educatori, assistenti sociali
  • Figli migranti (prima e/o seconda generazione)
  • Famiglie migranti, genitori
  • Bambini migranti appena arrivati
  • Responsabili politici, autorità educative
  • Dirigenti, insegnanti
  • Bambini rifugiati e richiedenti asilo
  • Professionisti coinvolti:
  • Accademici, ricercatori
  • Mediatori culturali
  • Educatori
  • Psicologi
  • Insegnanti
  • Networking - Attori e istituzioni mobilitate dal progetto:
  • Governo
  • Autorità locali
  • ONG, organizzazioni del terzo settore
  • Scuole
  • Associazioni studenti/genitori
  • Università, centri di ricerca
  • Commenti

    Ulteriori sviluppi di questa iniziativa di reinsediamento della comunità includono la pubblicazione di un libro di cucina nel 2015 che è stato prodotto in collaborazione con la comunità Rohingya a Carlow. Il Carlow Integration Forum continua ad avere una presenza sui social media (vedi link), dove si celebra l'appartenenza e la diversità culturale e dove viene valorizzato il patrimonio culturale Rohingya. Rohingya Action Ireland è un altro forum in cui il lavoro di costruzione di relazioni e fiducia nella comunità continua ad essere promosso (vedi link).

    Lastest news

    Together we make all the difference

    IMMERSE’s response to the arrival of refugee children from Ukraine

    Maggio 24th, 2022|Community, News, Publications|

    IMMERSE was born out of the concern for ensuring that Europe meets the challenges and the potential involved in the successful inclusion of all refugee and migrant children across the continent. Today, with the massive arrival of [...]

    Guiding principles for the reception and inclusion of refugee and migrant children

    Maggio 23rd, 2022|Awareness campaign, News, Resources|

    IMMERSE researchers have created a list of ten guiding principles, based on the results of a co-created methodology (involving children and other stakeholders) to define 30 key indicators to monitor socio-educational inclusion. Click on the image to read and download [...]

    Online Digital Database of good practices at national and EU level now available

    Aprile 30th, 2022|Community, News|

    IMMERSE has launched its online database with more than 100 resources aimed at identifying supportive environments, educational conditions and practical materials addressed to school leaders, teachers, educators, and social professionals involved in the socio-educational integration of refugee and migrant [...]