Database digitale online – Risorsa2022-04-07T13:51:04+02:00
Projecte Rossinyol: Programma di mentoring per giovani in Spagna

Descrizione

Il progetto nasce in Israele intorno alla metà degli anni '70 con l'istituzione di un programma di tutoring per gli alunni in situazioni svantaggiate. Negli anni '90, l'Università di Malmö (Svezia) adattò il progetto alle caratteristiche della città. Il progetto Näktergalen (“usignolo” in italiano) fu implementato nel 1998 per stabilire delle relazioni e del dialogo tra studenti delle università e studenti della scuola primaria, principalmente migranti. Il progetto Rossinyol nasce da quest'iniziativa per includere studenti di università e scuole di tutta Europa. L'Università di Girona è leader del progetto, il cui obiettivo generale è di ridurre l'esclusione sociale attraverso l'implementazione di un progetto di mentoring volto a creare relazioni duali tra studenti con diversi background, residenti in aree con alti tassi di esclusione sociale. In Spagna, il progetto è iniziato nel 2005 ed è portato avanti in diverse province spagnole, tra cui Barcellona, Tarragona, Guipúzcoa, Navarra e Granada. Il progetto riceve supporto economico dal Municipio cittadino e in alcuni casi dal governo regionale e da fondazioni.

Categoria:
  • Buone prassi
  • Paese di origine/implementazione:
  • Spagna
  • Lingua:
  • Catalano
  • Inglese
  • Spagnolo
  • Conformità con i risultati del dashboard:
    • I bambini mantengono la loro identità culturale mentre adottano nuovi valori culturali e competenze interculturali
    • Competenze acquisite dai bambini a scuola
    • Competenza dei bambini nella lingua ospitante
    • Il senso di appartenenza dei bambini
    • Amici e pari (ponti)
    • Amici e pari (supporto)
    • Istituzioni

    Valutazone ex-post
    Sebbene i materiali non siano sempre disponibili, rapporti annuali sono realizzati ad ogni edizione e in ogni luogo di implementazione. Per il programma di Girona, il rapporto dello scorso anno è stato pubblicato in catalano (si veda link) e diverse pubblicazioni scientifiche e tesi universitarie sono disponibili sul sito del progetto, in spagnolo e catalano. Dopo le attività annuali, vengono realizzate valutazioni quantitative e qualitative. I risultati riportano l'impatto sui partecipanti (acquisizione di fiducia, aumento delle attività di svago e culturali, sviluppo di social networks, incremento nell'utilizzo della lingua locale, sviluppo emotivo, miglioramento della performance accademica), sui mentors (sviluppo di competenze interpersonali, maggiore coinvolgimento in attività sociali e interculturali) e sulla famiglia (maggiore senso di autonomia e fiducia verso i figli, maggiore coinvolgimento a scuola, miglior senso di appartenenza al quartiere). L'Università di Girona sta conducendo una ricerca relativa ai risultati del programma, ma i documenti non sono ancora disponibili. Ad oggi la valutazione è stata realizzata principalmente tramite sondaggi qualitativi. Attualmente, l'Università di Girona sta valutando anche i dialoghi tra mentori e beneficiari tramite l'utilizzo di un'app dove i mentors registrano quanto discusso durante l'incontro, in particolare i temi trattati, così da determinare gli interessi dei beneficiari e l'impatto sul loro percorso di crescita.
    http://www.projecterossinyol.org/wp-content/uploads/2017/04/MEM%C3%92RIA-JUNY-2019.pdf

    Materiali di progetto
    I materiali di progetto non sono disponibili. La formazione è realizzata in presenza.

    Replicabilità
    Questo progetto è la replica di un progetto realizzato in Malmö (si veda link) che ad oggi è implementato in diversi luoghi della Spagna.
    https://nightingalementoring.mau.se/

    Motivazione della scelta
    Il progetto riguarda il livello meso e micro nei quali promuovere le competenze linguistiche e interculturali, il benessere personale, le connessioni sociali e i risultati accademici.

    Fondi:
  • Fondazioni
  • Fondi del governo
  • Tipo di azione:
  • Attività di tutoraggio (attività ricreative e culturali)
  • Destinatari:
  • Figli migranti (prima e/o seconda generazione)
  • Gioventù autoctona
  • Bambini migranti appena arrivati
  • Bambini rifugiati e richiedenti asilo
  • Minori non accompagnati e separati
  • Professionisti coinvolti:
  • Mediatori culturali
  • Educatori
  • Ong, tecnici del terzo settore
  • Networking - Attori e istituzioni mobilitate dal progetto:
  • Autorità locali
  • ONG, organizzazioni del terzo settore
  • Scuole
  • Università, centri di ricerca
  • Lastest news

    Together we make all the difference

    IMMERSE’s response to the arrival of refugee children from Ukraine

    Maggio 24th, 2022|Community, News, Publications|

    IMMERSE was born out of the concern for ensuring that Europe meets the challenges and the potential involved in the successful inclusion of all refugee and migrant children across the continent. Today, with the massive arrival of [...]

    Guiding principles for the reception and inclusion of refugee and migrant children

    Maggio 23rd, 2022|Awareness campaign, News, Resources|

    IMMERSE researchers have created a list of ten guiding principles, based on the results of a co-created methodology (involving children and other stakeholders) to define 30 key indicators to monitor socio-educational inclusion. Click on the image to read and download [...]

    Online Digital Database of good practices at national and EU level now available

    Aprile 30th, 2022|Community, News|

    IMMERSE has launched its online database with more than 100 resources aimed at identifying supportive environments, educational conditions and practical materials addressed to school leaders, teachers, educators, and social professionals involved in the socio-educational integration of refugee and migrant [...]